Nancy Pelosi Taiwan
Se ti piace l'articolo, condividilo

la storia si sta ripetendo

La storia si sta ripetendo: come provocarono Putin ora stanno provocando la Cina

Ricordate tutte le provocazioni fatte dalla Nato e dagli USA alla Russia per costringerla all’operazione speciale in Ucraina e all’unificazione, da parte di Putin, delle zone russofone dal Donbass alla Crimea?

Un’operazione che serviva a certi apparati americani – che in questo momento hanno il dominio sull’Alleanza atlantica – per isolare la Russia dall’Europa ed aprire un primo fronte di guerra, da far combattere per procura all’Ucraina.

Ora stanno replicando un’operazione molto simile con la Cina utilizzando Taiwan.

Sono quegli stessi apparati formati dai neo-con americani, gemellati con i dem dell’amministrazione Biden, che credono che soltanto una nuova guerra possa rilanciare la leadership americana e quel mondo unipolare a guida statunitense ormai sul punto di essere sostituito da un mondo multipolare con i BRICS e soprattutto con Russia e Cina come nuove superpotenze emergenti.

Analizziamo le fasi di questo nuovo scenario e le possibili conseguenze.

Abbiamo visto la Cina avvertire severamente l’amministrazione Biden di non organizzare la visita della speaker della Camera Nancy Pelosi a Taiwan.

Perché “l’Esercito popolare di liberazione cinese non resterebbe a guardare”, così come riportato da tanti media e anche da Rai News.

Il Global Times ha invece aggiunto dei dettagli inquietanti, come l’allarme bomba all’aeroporto di Taipei, ma soprattutto il fatto che la Cina ha messo nuovamente in guardia gli Stati Uniti che è pronta ad adottare misure forti e risolute per salvaguardare la propria sovranità qualora Nancy Pelosi dovesse provocatoriamente atterrare a Taiwan, come pare che stia accadendo proprio in queste ore.

Queste frasi ricordano in pieno gli avvenimenti di Putin agli americani e alla Nato di non infrangere la sovranità dell’Ucraina in funzione anti-Russa.

Moniti che hanno poi portato Putin a dare il via all’operazione speciale.

Ora gli apparati americani stanno spingendo i cinesi alla reazione.

Altro giro altra corsa, quindi, preparatevi al peggio consapevoli del fatto che non vi diranno mai il perché il conflitto è nato.

Fonte: Radio Radio TV

Seguici anche sui nostri social

Telegram Sfero Odysee logoexit
Provocazione alla Cina:
Tag: