festival SIM
Se ti piace l'articolo, condividilo
SIM

Ogni lotto è diverso da un altro

Proponiamo un estratto del video dell’incontro tra SIM, Consensus Ars Medica, il Comitato Ascoltami, la giornalista Marianna Canè, il Filo di Arianna e Alessandro Amori di PlayMaster Movie sull’alta concentrazione di eventi avversi gravi riconducibili a pochi lotti di vaccini anti covid.

Capiamo quindi su quali dati e come si è arrivati, in diverse parti del mondo, a rilevare tale disomogeneità nell’incidenza delle reazioni avverse che suggerisce la presenza di difformità nella composizione di alcuni lotti di vaccino.

Ricordiamo anche che una condizione assoluta per il rilascio di una autorizzazione, anche quella provvisoria al commercio, ha come presupposto essenziale e vincolante la conformità assoluta del contenuto alle caratteristiche del prodotto depositate presso AIFA.

In altre parole nel farmaco non possono essere contenute sostanze non dichiarate o in quantità diverse da quanto dichiarato nelle caratteristiche del prodotto depositate dal produttore presso l’ente di approvazione e controllo (nel nostro paese AIFA).

La mancata applicazione delle regole di farmacovigilanza da parte di qualsiasi soggetto coinvolto, a qualsiasi livello (dal medico di base al Ministero della salute), configura un reato grave.

Infine, anche il processo di determinazione delle regole di farmacovigilanza merita un approfondimento.

SIM-La farmacovigilanza che non vigila

Nel rapporto ufficiale di farmacovigilanza 2021-2022 è dichiarato che gli eventi fatali, cioè i decessi, avvenuti dopo i 14 giorni dalla somministrazione, non saranno conteggiati tra i risultati complessivi, anche se fosse già stato accertato, da perizia tecnica, il nesso di causalità da vaccino anti covid.

Inoltre se l’evento avverso, lieve o grave, fosse segnalato da una persona con anche una sola patologia concomitante, verrebbe automaticamente escluso, dall’algoritmo del’OMS, il nesso causale da vaccino covid.

Queste ed altre impostazioni e filtri nella raccolta dati degli eventi avversi, e delle possibili analisi delle cause, risultano ormai incompatibili con la possibilità di disporre di dati realistici sul profilo della sicurezza. E questo è ancor più grave se teniamo conto del fatto che i farmaci, come in questo caso, ove non fosse ancora conclusa la sperimentazione in fase 3, la sperimentazione in fase 2 per popolazione pediatrica, nessun dato per gestanti e allattamento, nessun dato per vaccinazione dopo infezione naturale, nessun dato per somministrazione di vaccini diversi tra loro, per legge, dovrebbero essere sottoposti a farmacovigilanza attiva e non spontanea o passiva come sta avvenendo da un anno e mezzo.

Infatti, tali vaccini sono stati approvati con iter condizionato dall’analisi dei dati di fine sperimentazione,

per permettere di conoscere i dati a medio e lungo termine.

Ma se l’algoritmo esclude automaticamente i decessi dopo i 14 giorni, se esclude il nesso causale in concomitanza con altre patologie, che valore avrà questo monitoraggio?

Guarda il video sui lotti vaccinali.

Se pensi di avere eventi avversi da vaccino covid, compila il form del Comitato Ascoltami

Fonte SIM

Seguici anche sui nostri social

Telegram Sfero Odysee logoexit
La roulette russa dei lotti vaccinali
Tag: