l'invenzione di un ragazzo
Se ti piace l'articolo, condividilo

L’invenzione di un ragazzo potrebbe sostituire tutti i generatori


Madera Mercury, Vol. XXXIV, Num. 161, 18 dicembre 1919 – L’invenzione di un ragazzo potrebbe sostituire tutti i generatori.

Quasi tutti gli esperti di elettricità di Seattle hanno intenzione di esaminare una macchina inventata dal 19enne Alfred Hubbard.

Secondo l’inventore, genera energia elettrica dall’aria e può essere utilizzata indefinitamente senza l’impiego di altre fonti di energia.

Diversi ingegneri elettrici hanno assistito alle dimostrazioni e, pur non potendo spiegare il principio di funzionamento, sono certi che non si tratti di una frode o di una bufala.

Il Rev. Padre William E. Smith, professore di fisica al Seattle College, che ha esaminato la macchina, ha dichiarato di ritenerla un dispositivo pratico e funzionante destinato a prendere il posto di tutti i generatori di energia esistenti.

“Affermo senza esitazione che l’invenzione di Hubbard nel giro di pochi anni farà progredire l’intera teoria e pratica dell’elettricità al di là dei sogni degli scienziati contemporanei”, ha dichiarato padre Smith, “Il ragazzo si è imbattuto in un principio dell’elettricità che non si è mai creduto esistesse” (anni più tardi, Smith avrebbe offerto un resoconto molto diverso, ndr).

Il 28 luglio 1920, Hubbard diede una dimostrazione pubblica del suo dispositivo utilizzandolo per alimentare una barca sul lago Union di Seattle.

All’ora stabilita, una folla si riunì al Queen City Yacht Club sulla Portage Bay per assistere a questo evento storico.

La dimostrazione durò diverse ore e creò grande scalpore.

Ma i giornalisti persero improvvisamente interesse per l’invenzione e l’inventore.

Da quel momento Hubbard condusse una vita movimentata: nel 1921 iniziò a lavorare per la Radium Chemical Company di Pittsburgh.

“Secondo Hubbard, la Radium Chemical Company, che aveva strani legami con il suo precedente datore di lavoro, aveva accettato di finanziare il completamento del suo generatore di energia in cambio di una quota di maggioranza del dispositivo. Dopo solo un paio d’anni, però, le due parti tagliarono improvvisamente i ponti e Hubbard tornò a Seattle. Non risulta che Hubbard abbia mai sviluppato alcun tipo di tecnologia per l’azienda e non è mai stato rilasciato alcun brevetto per il suo dispositivo”. (Seattle Mystic Alfred M. Hubbard: Inventor, Bootlegger & Psychedelic Pioneer – Brad Holden).

Tornato a Seattle unì le forze con un noto contrabbandiere locale e, insieme, costruirono una delle prime stazioni radio di Seattle.

Fu poi coinvolto in un’operazione top secret della Seconda Guerra Mondiale e svolse persino un ruolo nel Progetto Manhattan.

Negli anni ‘50 fu uno dei primi a scoprire gli effetti di un nuovo composto allucinogeno noto come LSD. Era conosciuto come “il Johnny Appleseed dell’LSD”, in quanto presentò la droga alle menti più brillanti dell’epoca, da Aldous Huxley ai primi ingegneri informatici di quella che oggi è conosciuta come Silicon Valley.

Hubbard trascorse i suoi ultimi anni vivendo in relativa povertà in un parcheggio per roulotte a Casa Grande, in Arizona.

Il 31 agosto 1982 Hubbard morì in solitudine all’età di 81 anni. Oggi è ampiamente celebrato per il suo ruolo nella divulgazione dell’LSD e per la sua influenza indiretta sulla prima industria informatica della Silicon Valley, ma non per il suo “generatore di energia atmosferica”.

Fonte @distopia2punto0

Seguici anche sui nostri social

Telegram Sfero Odysee logoexit


L’invenzione di un ragazzo…
Tag:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.