Effetti avversi
Se ti piace l'articolo, condividilo

13.805 decessi solo negli Stati Uniti al 22 luglio.

L’ultima vittima una bambina di 9 anni sana

I dati VAERS pubblicati venerdì dai Centers for Disease Control and Prevention mostrano 1.357.940 segnalazioni di eventi avversi in tutte le fasce di età a seguito dei vaccini COVID-19, inclusi 29.790 decessi e 247.686 danneggiati gravi tra il 14 dicembre 2020 e il 22 luglio 2022.

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno pubblicato venerdì nuovi dati che mostrano un totale di 1.357.940 segnalazioni di eventi avversi in seguito ai vaccini COVID-19  tra il 14 dicembre 2020 e il 22 luglio 2022 al sistema di segnalazione degli eventi avversi del vaccino (VAERS). Si tratta di un aumento di 6.990 eventi avversi rispetto alla settimana precedente.

VAERS è il principale sistema finanziato dal governo americano per la segnalazione di reazioni avverse al vaccino negli Stati Uniti.

I dati includono un totale di 29.790 segnalazioni di decessi — con un aumento di 155 rispetto alla settimana precedente — e 247.686 feriti gravi , compresi i decessi, nello stesso periodo — in aumento di 1.010 rispetto alla settimana precedente.

Dei 29.790 decessi segnalati, 19.236 casi sono attribuiti al vaccino COVID-19 di Pfizer, 7.917 casi a Moderna, 2.584 casi a Johnson & Johnson (J&J) e nessun caso ancora segnalato per Novavax.

Escludendo le ” relazioni estere ” al VAERS, tra il 14 dicembre 2020 e il 22 luglio 2022 negli Stati Uniti sono stati segnalati 848.094 eventi avversi , inclusi 13.805 decessi e 86.604 feriti gravi .

I rapporti esteri sono rapporti che le sussidiarie estere inviano ai produttori di vaccini statunitensi. In base alle normative della Food and Drug Administration (FDA) statunitense, se a un produttore viene notificata una segnalazione di un caso estero che descrive un evento grave e non compare sull’etichetta del prodotto, il produttore è tenuto a presentare la segnalazione a VAERS.

Dei 13.805 decessi negli Stati Uniti segnalati al 22 luglio, il 7% si è verificato entro 24 ore dalla vaccinazione, il 15% entro 48 ore dalla vaccinazione e il 54% si è verificato in persone che hanno manifestato l’ insorgenza dei sintomi entro 48 ore dalla vaccinazione.

Negli Stati Uniti, al 20 luglio sono state somministrate 601 milioni di dosi di vaccino COVID-19, di cui 355 milioni di dosi di Pfizer, 227 milioni di dosi di Moderna e 19 milioni di dosi di Johnson & Johnson (J&J).

Vaccini Covid19

Ogni venerdì, VAERS pubblica i rapporti sui danni da vaccino ricevuti a partire da una data specificata. Le segnalazioni presentate a VAERS richiedono ulteriori indagini prima che possa essere confermata una relazione causale.

Storicamente, è stato dimostrato che VAERS riporta solo l’ 1% degli effettivi eventi avversi del vaccino .

Dati US VAERS dal 14 dicembre 2020 al 22 luglio 2022, PER BAMBINI DA 6 MESI A 5 ANNI:

I dati US VAERS dal 14 dicembre 2020 al 22 luglio 2022 PER I BAMBINI DI ETÀ COMPRESA TRA 5 E 11 ANNI mostrano:

  • 12.232 eventi avversi , di cui 313 classificati come gravi e 9 decessi segnalati .
  • Il decesso più recente riguarda una bambina di 9 anni (VAERS ID 2377304 ) della California che è morta due settimane dopo aver ricevuto la sua prima dose del vaccino COVID-19 di Pfizer. La bambina ha avuto dolore addominale, mal di gola e dolore toracico durante i 2-3 giorni prima della morte, secondo il rapporto VAERS, che non ha indicato alcuna condizione preesistente.
  • 24 segnalazioni di miocardite e pericardite.
  • 47 segnalazioni di disturbi della coagulazione del sangue.
  • 101 segnalazioni di convulsioni.

Dati US VAERS dal 14 dicembre 2020 al 22 luglio 2022 PER I RAGAZZI DAI 12 AI 17 ANNI:

I dati US VAERS dal 14 dicembre 2020 al 22 luglio 2022, PER TUTTI I GRUPPI DI ETÀ combinati, mostrano:

di Children’s Health Defense

Fonte: Eventi Avversi News

Seguici anche sui nostri social

Telegram Sfero Odysee logoexit
Ultimi dati VAERS:
Tag: