Acconto Tari 2022
Se ti piace l'articolo, condividilo

Acconto Tari 2022

Da quest’anno diversi comuni italiani, compresa Genova, aderiscono alla piattaforma di pagamento “ministeriale’ pagopa e SEMBRANO obbligare i cittadini a versare i contributi solo in determinate forme istituite dal Governo.

La prime conseguenze tangibili di questo fantomatico obbligo sono tre:

ulteriore compressione del libero diritto di scelta individuale
soppressione dell’invio di bollettini postali e degli F24 precompilati (che ricordiamo sono la forma di pagamento totalmente gratuita, stabilita per legge)
Le forme di pagamento accettate, ovvero via pagopa, C bill e QR code prevedono tutte una commissione extra.


Come dire, una ulteriore tassa per pagare le tasse. Ci siamo accorti in particolare delle problematiche connesse alla privacy, (dove vanno a finire? Chi li tratta, i nostri dati ? come li aggrega? Per quanto tempo li tratta? etc etc).

Come effettuare il pagamento acconto Tari 2022,

Pagamento via F24
Si può fare in 2 modi:
1.allo sportello della banca
2.via homebanking

Per lo sportello vi recate in banca e chiedete un modello F24 in bianco.

Lo compilate con attenzione e lo restituite al cassiere che provvederà ad effettuare il pagamento, in contanti o addebito sul conto, e vi darà la ricevuta contabile, che voi custodirete come attestato di pagamento.


Lo abbiamo fatto, nessun problema di sorta.

Via home banking sarà sufficiente entrare nel proprio portale della banca, accedere all’area pagamenti, archivio pagamenti, archivio F24, creare nuovo F24 o riproporre un modello F24 precedente, avendo cura di cancellare il vecchio codice identificativo operazione, senza scrivere niente altro, aggiornare gli importi con le tariffe presenti sul l’avviso di pagamento attuale e inviare il pagamento.
La contabile arriva entro 24/48 ore dalla data del pagamento.

Attenzione


Alcuni home banking mettono date di pagamento precise, senza cioè poter scegliere il giorno desiderato.


Nel caso di chi ha fatto la prova, la prima data utile per il pagamento risultava il 1 agosto, la successiva il giorno 16.
É stato scelto 1 agosto, dal momento che tari scade il giorno 8.
Risultato: F24 correttamente prenotato e in pagamento al giorno 1 agosto.

Compilazione F24


Oltre ai dati dell’intestatario:

♦️Campo codice identificativo operazione – non mettete niente
♦️Campi codici tributo e codice ente – lasciate quelli dell’anno precedente, sono gli stessi
♦️Campo rata – se effettuate un unico pagamento mettete 0101
0103, adesso prima rata
Poi sarà alla scadenza:
0203 per la seconda
0303 per la terza
♦️ Campo anno – 2022

Inserite gli importi aggiornati, con arrotondamento (ad es 118, 42 diventa 118. La somma deve risultare uguale alla somma inserita nell’avviso di pagamento) distinti per TARI e TEFA et voilà.
F24 prenotato/inviato.

Abbiate cura di controllare, il giorno stesso o il giorno prestabilito, che i soldi siano effettivamente partiti.
In caso negativo, prelevate i soldi dal conto, recatevi allo sportello e ripete la procedura “a mano”.

Procedura pagamento a mezzo bonifico bancario su IBAN della TESORERIA del Comune che emette l’avviso di pagamento.

Questa procedura non è stata testata da nessuno di noi, ma se qualcuno la vuole provare ben venga, avremo un dato un metodo in più da fornire, tenendo bene a mente che mentre gli F24 sono automatizzati, ovvero riversano in automatico le somme agli enti interessati, il bonifico fa andare l’intera somma al Comune che poi dovrà provvedere a riversare a mano le somme competenti ad altri.

Potrebbero fare problemi ad accettarlo (ma sono obbligati a restituire la somma versata in toto) e in ogni caso è necessario inviare anche la contabile del bonifico effettuato con oggetto acconto tari 2022
presso la mail indicata nell’avviso.

La Redazione di Ri-Esistenza

Seguici anche sui nostri social

Telegram Sfero Odysee logoexit
Acconto Tari 2022,Genova allineata al “sistema”
Tag: